Frosinone, cacciatore trovato morto in una pozza di sangue: ucciso da un proiettile

cinghiale

Inizialmente sembrava morto ucciso da un cinghiale. Trasportato in obitorio a Frosinone, i medici gli hanno trovato un pallettone nella gamba che gli ha reciso l’arteria femorale. la vittima si chiamava luciano Bondati, aveva 66 anni e viveva in località Parete a Ferentino.
Questa mattina alle 11 circa, lo hanno trovato in una pozza di sangue in campagna poco lontano dalla sua abitazione. Si era pensato ad un cinghiale che dopo averlo caricato gli aveva azzannato la gamba provocandogli l’emorragia che poi lo ha ucciso. Trasportato in obitorio, è stato scoperto che il 66 enne è stato ucciso da un colpo di fucile. L’uomo era cacciatore e nella zona si pratica la caccia al cinghiale ma non in questo periodo. Al momento l’ipotesi più accreditata è quella dell’incidente di caccia

fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *