tanto di qualcosa si deve pur morire

mangia carne

Fa tanto “figo” dire che non importa che la carne sia cancerogena, che “tanto di qualcosa si deve morire”…

Poi però quando arriva un infarto a 40 anni le cose cambiano. Quando arriva un tumore al colon a 45 si fa meno i fighi.
Quando servono farmaci per l’impotenza a 50 non si ride più.
Quando tra stitichezza, colite, sudori, mal di stomaco, pressione alta tumore alla prostata o diabete ci si ritrova a 60 anni pieni di problemi, allora ci si ricorda che si poteva anche star meglio.
Quando a 70 ci si è dimenticato chi si era, per colpa dell’Alzheimer (ormai associato ad alti livelli di colesterolo a 40 anni e ai grassi nella dieta) allora poi sono coloro che stanno vicino agli “ex fighi” di turno che si disperano…

L’ Italia sarà anche uno dei paesi più longevi del mondo. E’ anche uno di quelli dove il numero degli anni vissuti in salute (H.L.Y.) sta diminuendo sempre di più.
Dove ci tirano avanti, a forza di farmaci, operazioni e by-pass, perchè un malato che prende farmaci per 20 anni rende di più che un uomo morto giovane.

Sono sempre esistiti i centenari… Chiedete ai vostri nonni.
La media di vita era più bassa non certo per la mancanza di carne e di insaccati ma per l’alto tasso di mortalità infantile e materna e le scarse condizioni igieniche.
La differenza è che un uomo di 100 anni dell’800 e dell’antica Roma ci arrivava senza farmaci, senza operazioni e senza by-pass ma con le sue gambe!

E la dieta era prevalentemente a base vegetale.
I dati sono chiari: questa alimentazione semplice e di una volta aiuta a prevenire e combattere ogni sorta di problema di salute.
E non è pesante per il pianeta, che non tollera più gli allevamenti industriali.
E non è seminatrice di tortura e morte per miliardi di cuccioli innocenti.

Basta difendere i produttori di morte.
———

Vogliamo meno fighi e + uomini che ci tengono a non diventare un PESO per le donne che hanno vicino…

Bastano solo 20 gg per dimenticare il sapore del sale degli insaccati, il sapore che li rende “buoni”.
Poi il corpo non li chiede neppure più.
I veri uomini si vedono da qui: dalla forza di volontà, non dalla mancanza di autocontrollo…

Un bacio e tutta la mia stima agli uomini vegetariani e vegani e a quelli di voi che da domani proveranno ad esserlo

fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *