pasqua 2019, crollo di consumi di animali -30%

Che il popolo veg in Italia fosse in crescita non è un segreto, infatti ogni anno il numero di persone che hanno fatto una scelta veg è in continuo aumento e la cosa più gratificante che il numero di vegani ogni anno è sempre di più ma la cosa che ci fa sperare sono i dati sul consumo di animali per queste feste pasquali che sono calati del 30%.

Questi dati vengono registrati in tutta Italia tranne in Lazio, Molise e Abruzzo dove le prenotazioni rispetto allo scorso anno sono in aumento del 5%, con una punta in controtendenza a Roma dove le richieste di abbacchio superano il 7% in piu rispetto allo scorso anno. Lombardia, Veneto e Calabria le regioni con la diminuzione maggiore.

Intanto si stima che siano stati uccisi circa un milione di agnelli da latte, mentre in alcune catene di supermercati i banconi sono della macelleria sono pieni e molta carne di agnello risulta invenduta, e sono diverse le catene che praticano, caso unico nella storia, uno sconto fino al 30% sul prezzo di listino già prima di Pasqua.

 

 

 

 

 

Le richieste rimangono più o meno stabili nelle zone di campagna, ma nei centri abitati più grandi e nelle città, la tradizione dell’agnello pasquale è sempre meno praticata, in alcune aziende i capi non sono stati addirittura ritirati e molti allevatori, per tutelarsi, hanno accettato di vendere con largo anticipo ai commercianti, che poi hanno provveduto a congelarli.

Fortunatamente la situazione degli allevatori è allo stremo, il settore tra il 2004 e il 2016 ha perso oltre 320 mila aziende ,un calo del 38%, quindi sarebbe ora di pensare ad un cambio di produzione e passare al vegetale abbandonando lo sfruttamento degli animali.

 

 

 

 

 

 

Grazie l’attività di sensibilizzazione ad opera di associazioni in difesa degli animali che si battono ogni anno contro lo sfruttamento degli animali  e la presa di coscienza di una società più attenta alla salute sul tema del consumo della carne, il vento del cambiamento verso una società più civile è sempre più forte

Tony Curcio
Presidente Avi Associazione Vegani Italiani

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *