Archives

Immagine

pelle, ecopelle e similpelle, la grande truffa

Differenza tra ecopelle e similpelle

La differenza tra eco pelle, simil pelle e pelle è’ uno dei temi più dibattuti degli ultimi tempi. Molte persone sono convinte che l’ecopelle sia un surrogato della pelle, realizzato con materiali che sostituiscono la componente animale, e che quindi, acquistare un prodotto in eco pelle, sia una scelta a tutela degli animali che non vengono uccisi per la produzione di capi d’abbigliamento, scarpe, accessori, arredamenti, e molto altro. Per questo tendiamo a ostentare il nostro divano in eco pelle, le nostre scarpe in ecopelle, la nostra giacca in ecopelle, i nostri giubbotti in ecopelle, che sostituiscono il divano in pelle o la giacca in pelle, perché non impiegano gli animali. Se cosa sia la pelle tutti lo sanno, non tutti sono consapevoli di quale differenza c’è tra eco pelle e simil pelle.

Differenza tra ecopelle e similpelle

Bisognerebbe, innanzitutto, fare chiarezza sull’uso improprio dei termini pelle, eco pelle e simil pelle. Quando ci riferiamo a un capo in pelle stiamo parlando di pelle di origine animale, ovvero di un prodotto derivato dalla lavorazione di pelli animali a scopo commerciale, e fin qui, nulla di nuovo. Ma cos’è esattamente l’ecopelle? E’ pelle animale o sintetica?
La definizione corretta di ecopelle non è “finta pelle per ottenere la quale non è stato accoppato alcun animale” bensì “pellame animale conciato mediante un processo di lavorazione rispettoso dell’equilibrio ambientale”.

Quindi anche l’eco pelle è un prodotto animale. Ecco perché è importante fare la differenza tra ecopelle e similpelle. La differenza rispetto alla pelle, sta nella sua lavorazione, la cosiddetta concia. La concia ha la funzione di interrompere la decomposizione naturale delle pelli, in modo da renderle adatte agli usi che conosciamo. Nei primi anni del secolo scorso, questo lavoro veniva effettuato con prodotti di origine naturale, impiegandovi molto tempo. Ma con l’avvento della chimica, i prodotti naturali sono stati sostituiti da sostanze di sintesi come il cromo, che hanno permesso una lavorazione più gestibile e un concreto risparmio, soprattutto in termini di tempo. Il cromo, tuttavia, è una sostanza fortemente dannosa per la salute e per l’ambiente, e nei primi anni settanta, è stato necessario introdurre delle normative di tutela dell’ambiente e dei lavoratori. Attualmente, per la concia della pelle, vengono utilizzati prodotti di natura chimica, meno dannosi.

L’ecopelle, invece, viene conciata con tecniche naturali, a basso impatto ambientale. Tra queste, ritroviamo la pelle conciata “al vegetale”, attraverso un processo che inizia con un trattamento della pelle a base di acqua, zolfo e calcio, seguito da un bagno in acqua ed estratti di mimosa, e da uno di acqua e coloranti. In questo caso, la maggior parte dei coloranti sono di origine vegetale.

Similpelle o finta pelle. Di cosa è fatta?

Sembra pelle, ma in realtà è un materiale resinoso o plastico, sintetico e di origine non animale. Ha un costo ridotto, è leggera e resistente. Nella maggior parte dei casi, la similpelle è prodotta in PVC, 

Fate molta attenzione quando acquistate un prodotto, e leggete sempre l’etichetta per vedere se i materiali che lo compongono sono effettivamente sintetici oppure no, anche nel caso in cui il commerciante (non essendo probabilmente a conoscenza della differenza fra Ecopelle e Similpelle) afferma che il prodotto ecopelle non è di origine animale.

fonti:

Qual è la differenza tra ecopelle e similpelle? La scelta Ecologica

ecopelle? no, plastica. l’ecopelle è pellame naturale conciato in modo sostenibile.